Malta secondo Mr. & Mrs. Trip

Le 5 cose da fare se vuoi poter dire di aver visitato Malta

Come ormai saprete, Malta è stata la nostra prima avventura insieme. Sono già passati ben cinque anni da quel nostro fortunato viaggio e questa primavera saremmo dovuti tornare lì, per trascorrere qualche giorno all’insegna dei ricordi, del divertimento, del mare e del bel tempo. Perchè sì, Malta è tutto questo. É una meta ideale per chi vuole rilassarsi un po’, senza rinunciare a visitare delle città degne di nota, prendere il sole in spiagge bellissime, apprezzare l’aspetto naturalistico e divertirsi in una scatenata nightlife.
E, come promesso, ecco le cinque cose che non potete perdervi se avete intenzione di visitare questo bellissimo arcipelago del Mediterraneo.

1 Vivere La Valletta. sembrerà scontato, dato che è la capitale del Paese e, come tutte le capitali, è piena di stimoli e di cose da fare. Passare dal City Gate (Il-Belt Valletta) e immergersi nella vita cittadina. Ma quali sono le cose più belle?
Di sicuro il cambio della guardia davanti al Palazzo del Gran Maestro di St. Georges’s Square, l’ultimo venerdì di ogni mese. Non sarà Buckingham Palace, ma ne vale assolutamente la pena!
Dopodichè è bellissimo perdersi per le strade e i negozi del centro, fare un po’ di shopping e sedersi in uno dei tantissimi cafè nei dintorni della piazza principale. Se poi avete voglia di qualcosa dall’effetto wow, Il Teatro Manoel è quello che ci vuole.
La Valletta non è dispersiva ed è possibile visitarla in una giornata.
Little Tip: E’ meglio visitare La Valletta durante i giorni feriali, in quanto la domenica e i festivi la città si svuota per riversarsi su mete più domenicali. Se doveste andare di domenica rischiereste di trovare una città deserta (Francesco ne sa qualcosa😅).

2 Scoprire Mdina. L-Imdina è una città fortificata al centro dell’isola. É più unica che rara. Si tratta dell’antica capitale del Paese ed è conosciuta in italiano anche come “La Notabile”. Smarrirci all’interno di questa silenziosa e monumentale città ci ha fatto perdere la cognizione del tempo. Ci ha trasportati indietro di più di mille anni, al tempo in cui gli arabi ersero le mura della città. É perfettamente conservata e per le strade si respira l’odore della storia, tra mura arabeggianti e facciate barocche. A contribuire a ciò si ergono i bellissimi palazzi appartenenti alle antiche famiglie nobiliari più influenti di Malta, nonché la Cattedrale di San Paolo, andata distrutta a causa del terremoto del 1693 e ricostruita in stile barocco.

3 visitare il mercato di Marsaxlokk. Come dicevamo, La Valletta non è proprio il luogo adatto per passare una bella giornata domenicale. La meta preferibile è, infatti, Marsaxlokk (o Marsa Scirocco), con il suo mercato e il suo porto, dove attraccano tutti i pescherecci colorati (i Luzzo), tipici di Malta. Qui è possibile trovare il pesce più fresco del giorno ma anche torroncini, liquori e leccornie varie. Io, ovviamente, ne ho approfittato 😎

4 Vivere la nightlife di St. Julian’s. Dire di andare a Malta senza vivere la sua movida notturna è come nascondersi dietro a un dito. La vita che anima le notti di Paceville è famosa in tutto il mondo. Ma prima di lanciarsi nella sfrenata vita notturna è meglio mettere qualcosa sotto i denti. Il piatto più buono e più tipico è sicuramente il coniglio alla maltese (Stuffat tal-Fenek), magari accompagnato con una bella Cisk, la birra di Malta! Personalmente l’ho mangiato in un posto sulla via verso Sliema (subito fuori da St. Julian’s), ma è possibile trovarlo un po’ in tutti i ristoranti dell’isola.
Dopo aver messo a tacere lo stomaco è ora di lanciarsi nella scatenata vita notturna di Malta, tra i pub di Triq san Gorg e i Casinò. Tra questi ultimi il Dragonara è sicuramente il più antico e architettonicamente più bello, da vedere, anche per chi come noi non è un gran giocatore.
A proposito del casinò, è sempre piacevole raccontare un piccolo aneddoto accaduto al suo interno, nel quale il nostro temerario Francesco, sedutosi al tavolo del Blackjack, è riuscito a “vincere” circa 300€, senza mai giocare! Il tutto grazie a un simpatico ragazzone irlandese che, pur di avere il tavolo tutto per sé, pagava il tempo degli altri speranzosi giocatori in maniera tale da avere tutte le mani a disposizione (o almeno crediamo). Beh che dire…contento lui 😅.
Little tip: un consiglio che sentiamo di dare, se volete vivere la Malta notturna, è quello di alloggiare a St. Julian’s, come abbiamo fatto noi. Dopo una serata di baldoria, l’unico pensiero che avrete sarà raggiungere il vostro alloggio senza dover prendere mezzi di trasporto. Malta è veramente ben collegata ed è possibile raggiungere qualunque posto con gli autobus il giorno dopo. Gli hotel non sono nuovissimi, essendo presi d’assalto dai ragazzi per la movida: valutate bene le recensioni con foto.

5 Spiagge e meduse. No, non è una minaccia 😅. Ultime ma non per importanza sono sicuramente le spiagge di Malta, da Gozo a Comino, dalla Golden Bay a St. Peter’s Pool, l’arcipelago offre bellissime baie. A proposito della Golden Bay, caratterizzata da acqua blu e spiaggia dorata è, forse, la più bella spiaggia di Malta. Mentre il mare più cristallino si trova a Comino, la baia Blue Lagoon è a dir poco incantevole.
Ah, dimenticavo, le meduse: l’arcipelago è meta preferita da questi affascinanti esserini gelatinosi e urticanti, se ne contano anche 10 specie solo a Malta…quindi attenzione!